Di cosa sono fatte le unghie? Anatomia e caratteristiche delle unghie

Le unghie sono una parte importante della vita di moltissime donne perché contribuiscono a rendere l’aspetto della persona più armonioso, raffinato ed elegante. Delle unghie curate sono un ottimo biglietto da visita.

Ma quanto conosciamo le nostre unghie?

Conosciamo le nostre unghie

Le unghie sono la parte terminale dei nostri arti, in quanto rappresentano il culmine di mani e piedi. Rientrano a far parte del tessuto tegumentario e svolgono la stessa funzione delle dita, ovvero afferrare gli oggetti: la loro robustezza, resistenza e la capacità di crescita permettono di tenere più saldamente le cose nelle proprie mani.

La velocità di crescita delle unghie delle mani varia da 0,5 a 1,2 mm a settimana, mentre quella delle unghie dei piedi è circa la metà: le ragioni di questa differenza abbastanza marcata sono da ricercare nell’evoluzione degli esseri umani, che hanno usato sempre meno i piedi per afferrare oggetti.

Di cosa sono fatte le unghie?

Le unghie sono composte principalmente di cheratina, una proteina molto abbondante nel corpo umano che viene sintetizzata da apposite cellule. Nel caso delle unghie, le cellule incaricate alla produzione di cheratina sono poste immediatamente alla base dell’unghia, in una zona che viene chiamata non a caso matrice. Lo spessore e la quantità di cellule presenti nella matrice determina la qualità e la resistenza della lamina ungueale, ovvero la parte dell’unghia aderente alla pelle del dito.
Durante il processo di produzione di cheratina, alcune cellule cheratinizzano e vengono pertanto spinte dalla radice della matrice verso l’apice della lamina, formando la famosa lunula, ovvero la mezzaluna (non sempre visibile) che comprende tutte le cellule appartenenti alla matrice.

Ti potrebbe interessare anche?  Come curare un'unghia incarnita?

È importante prestare molta attenzione alla matrice dell’unghia, in quanto traumi e ferite possono comprometterne permanentemente il funzionamento.

Anatomia delle unghie

 

Anatomia delle unghieLa parte dell’unghia che tanto amiamo decorare e ricoprire di smalto e prodotti è la parte più superficiale, nonché più dura, della lamina ungueale, denominata unghia dorsale; questa zona è formata da filamenti di cheratina e cellule fortemente ancorate tra loro, in modo da formare una superficie impermeabile ed impenetrabile da microbi.

Al di sotto dell’unghia dorsale è presente l’unghia intermedia, formata da filamenti di cheratina più molli che hanno lo scopo di ammortizzare gli urti per proteggere l’intero sistema.

Infine, vi è l’unghia ventrale, molto più irregolare rispetto ai due strati precedenti.
Se a qualcuna di voi è mai capitato di tagliare eccessivamente le unghie, sicuramente ricorderà il dolore che ha provato e la quantità di sangue che ha visto uscire dal dito: in quei casi, è stata intaccata la zona denominata letto ungueale, tessuto molto ricco di vasi sanguigni e nervi che è saldamente attaccato alla lamina ungueale. I vasi sanguigni del letto ungueale sono responsabili della tipica colorazione rosacea delle unghie.

Le unghie sono poi ricoperte da diversi tessuti come cuticola, eponichio e vallo ungueale.

Le nostre unghie comunicano

Sai che dall’aspetto delle unghie è possibile ricavare informazioni importanti sullo stato di salute della persona? Ad esempio, unghie troppo fragili possono essere sintomo di una dieta ipoproteica o di scompensi ormonali, mentre la colorazione viola che interessa la lunula può indicare problemi circolatori, problemi cardiaci o un’eccessiva esposizione della mano ad ambienti freddi.

Osserva quindi attentamente le tue unghie, possono dirti molto su di te!

Ti potrebbe interessare anche?  Come preparare le unghie prima di applicare lo smalto?